Orologi Vintage Digitali Anni 70 i Migliori per Uomo

Gli anni 70 non passano mai di moda. Per qualcuno in questo periodo c’è stata la musica migliore, ma anche i vestiti non erano male. Insomma sono in tanti ad amare questo periodo storico. All’ inizio del 1970 sono apparsi i primi orologi digitali al quarzo, insieme alle calcolatrici. Il primo orologio con schermo digitale ad aver avuto un gran successo è stato il CASIO F91W, che si può acquistare su Amazon a poco piú di 10 euro. Era totalmente in plastica, nero, con il cinturino in plastica e la fibbia in metallo. Tre pulsanti ed un batteria che durava anni. Insomma una rivoluzione per l’epoca.

f91w

Pochi anni dopo iniziano ad arrivare gli orologi digitali in acciaio SILVER E GOLD. Il Casiotron 38cs-14 fu un vero e proprio successo commerciale venduto in milioni di esemplari in tutto il mondo.Fu il primo orologio “smart” che indicava anche la data ed i giorni che componevano il mese. Se vogliamo acquistate un orologio simile possiamo optare per il CASIO A168WA-1VES, un modello Unisez, per uomo o donna. Elettroluminescente ha anche funzioni di sveglia e cronometro. Un must per gli amanti degli orologi vintage, con uno stile ancora moderno.

casio-vintage-a168

Il successo degli orologi digitali di Casio è dovuto anche al cinema. In “Ritorno al Futuro“, Marty Mc Fly interpretato da Michael J.Fox indossa un CA53W, modello con una piccola calcolatrice incorporata, mentre nel primo Alien, Amanda Ripley indossa un Casio F100. Mentre in un James Bond del 1979, Moonraker, l’agente segreto indossa un Seiko M354.

 

 

 

Il successo degli orologi digitali made in Japan continua anche negli anni 80 per terminare alla fine del decennio. Non c’è solo Casio come marca ad essere amata, ma anche Seiko, Ricoh. Iniziano ad arrivare varianti. Vi ricordate gli orologi da polso digitali con i led rossi? Si doveva spingere un pulsante per guardare l’ora. Si trovano solo su Ebay, per i collezionisti. Se volete comprare un modello nuovo c’è il Cursonline con schermo quadrato. I numeri sono ben visibili perchè grandi, adatto anche per bambini ed anziani.

Richard Mille RM 50-01 GSensor l’orologio della Formula 1

E’ dedicato al pilota di Formula 1 della Lotus Romain Grosjean l’orologio Richard Mille RM 50-01 GSensor. La casa svizzera è presente da poco nel panorama dell’ alta orologeria, ma si è già fatta notare per l’innovativa scelta con cui realizza la cassa, riconoscibile immediatamente. Non è la prima volta che abbiamo di fronte una cassa a “sandwich”, ma è stata interpretata da Richard Mille in maniera nuova ed inconsueta.

A ciò, va ovviamente affiancata la scelta di materiali ad alte prestazioni, come il titanio grado 5 e il carbonio, e la proposizione di espedienti tecnici ed estetici sempre nuovi. L’orologio da polso RM 50-01 (in edizione limitata di 30 pezzi, dal costo di circa 950mila euro) è dotato di G-Sensor, un indicatore di accelerazione. Questo meccanismo è stato progettato per visualizzare il numero di G (misura della accelerazione terrestre, pari a 9,81 metri al secondo quadrato) accumulati da chi indossa l’orologio durante una rapida decelerazione.

Richard-Mille-RM-50-01-G-SENSOR

La lancetta gialla e la scala collocate alle ore 12 indicano se la decelerazione è lieve (zona verde, foto A), intermedia (zona arancione, foto B) o critica (zona rossa) per il conducente. Tutti siamo quotidianamente sottoposti all’accelerazione di gravità terrestre (G) la quale, applicata alla nostra massa corporea, fornisce la forza- peso che leggiamo quando ci pesiamo su una bilancia. Tornando alla Formula 1, durante le staccate più violente si arriva a una decelerazione in grado di generare una forza pari a 5G.

La Cassa è in oro rosso 5N; lunetta in carbonio NTPT fissata con 12 viti in titanio; fondello in carbonio NTPT fissato con 12 viti in titanio e dotato di oblò
in vetro zaffiro; vetro zaffiro incurvato; corona in oro rosso, scanalata, con anello in caucciù di colore rosso; pulsante al 2 in oro rosso con struttura di
protezione in carbonio NTPT, utile all’azzeramento del G-Sensor; pulsanti crono all’8 (per lo start/stop) e al 10 (per il reset) in oro rosso con struttura di
protezione in carbonio NTPT. Impermeabilità garantita fino alla pressione di 5 atmosfere.

Il quadrante è in vetro zaffiro, indici a cifre arabe e cabochon luminescenti, lancette scheletrate e luminescenti; indicatore di funzione al 4 (“W” sta per
“Winding”, posizione di ricarica del movimento; “N” sta per “Neutral”, posizione neutra; “H” sta per “Hands”, posizione di regolazione dell’ora), piccoli
secondi e dispositivo tourbillon al 6, minuti crono al 9, secondi crono al centro, G-Sensor al 12.

Movimento meccanico a carica manuale, calibro RM 50-01 (dimensioni: 32 x 36,7 mm; spessore: 7,5 mm), dotato di dispositivo tourbillon, 30 rubini,
21.600 alternanze/ora, riserva di carica di circa 70 ore; platina scheletrata in titanio grado 5, ponti in titanio grado 5 e acciaio, ruota a colonne in titanio
grado 5, bilanciere a inerzia variabile, sistema antiurto Kif Elastor, bariletto a rotazione veloce.

Cinturino in caucciù, di colore rosso traforato; chiusura pieghevole in titanio, fibbia in oro rosso personalizzata.

Tutti gli Orologi di James Bond

omega seamaster james bondJames Bond, il personaggio ideato da Ian Fleming, ha sempre indossato nella trasposizione cinematografica degli splendidi orologi. Ha iniziato proprio Sean Connery in “007  Licenza di Uccidere” primo film della saga del 1962 con un Rolex Submariner 6538 mentre in “Live and Let Die-Vivi e lascia morire” del 1973 Roger Moore aveva al polso sempre un modello Rolex, questa volta l’Oyster Perpetual opportunamente modificato e venduto poi all’ asta da Christie’s per poco meno di 22mila sterline.

Sul polso di Sean Connery troviamo anche un Lip ottogonale galbé anni ‘70, storica marca francese, con fondello inciso e quadrante riportante la scritta 007. Ma è con l’arrivo di Pierce Brosnan nei panni di 007 che l’orologio diventa protagonista del film con l’ Omega Seamaster.

Anche nell’ ultima pellicola appena uscita, Skyfall, Daniel Graig indossa un orologio da uomo Omega, il Seamaster Planet Ocean 600M, venduto anche in edizione limitata Skyfall di soli 5.007 esemplari.

L’Omega Seamaster ha la cassa (da 42 mm) ed il cinturino in acciaio. Impermeabile fino a 600 metri ha il movimento Omega 8500 a carica automatica (60 ore di autonomia) dotato di scappamento Co-Axial per maggiore precisione, stabilità e durata. Bilanciere a spirale libera (senza racchetta), 2 bariletti montati in serie, carica automatica bidirezionale per ridurre i tempi di carica. I ponti visibili e la massa oscillante sono decorati con un esclusivo motivo “Côtes de Genève” arabescato.

Possiede cronometro e datario, mentre il quadrante è nero.Vetro zaffiro antigraffio bombato con trattamento antiriflesso su entrambi i lati. Disponibile in 30 varianti anche con cinturino in caucciù. Prezzi a partire da 2900 euro.

Gli Orologi di James Bond nei Vari film:

GOLDENEYE (1995):Seamaster Quartz Professional 300M (Ref. 2541.80.00)

Tomorrow Never Dies (1997), The World is not Enough (1999), Die Another Day (2002): Seamaster 300M Chronometer (Ref. 2531.80.00) Detonatore a
controllo remoto, illuminazione, rampino ad espulsione, laser.

Casino Royale (2006): Seamaster Planet Ocean 600M Co-Axial (Ref. 2900.50.91) e Seamaster Diver 300M Co-Axial (Ref. 2222.80.00)

Quantum of Solace (2008): Seamaster Planet Ocean 600M Co-Axial (Ref. 2201.50.00)

Skyfall (2012): Seamaster Aqua Terra 150M Co-Axial (Ref. 231.10.39.21.03.001) e Seamaster Planet Ocean 600M Co-Axial (Ref. 232.30.42.21.01.001)

Spectre (2015) : Niente più referenze da catalogo dalle quali sviluppare edizioni dedicate ma direttamente una limited edition di Seamaster 300 pensata per il film (e commercializzata prima del suo lancio) indossata poi davanti al la macchina da presa dallo stesso Craig in modo originale e anticonvenzionale.

Lg G watch R il Migliore Smartwatch da Uomo

lg-watch-r-recensioneSempre più produttori si stanno concentrato sul mercato degli smart watch, segno che da parte del consumatore c’è un forte interesse. Al momento sono prettamente marche legate al mondo dell’ elettronica, ma chissà che entro breve tempo non arrivino anche i brand legati agli orologi meccanici puri. Oggi vi presentiamo quello che al momento è il miglior smartwatch, insieme al Motorola Moto 360 ,presente sul mercato ovvero Lg Watch R W110 in offerta su Amazon a poco più di 200 euro.

All’apparenza sembra un normale orologio da polso, bel design, nero, elegante, ma dentro nasconde tutta le sue potenzialità visto che legge anche la frequenza cardiaca, conta i bassi, ha il barometro e lettore mp3.

 Il telaio dell’orologio ha un grado di protezione IP67, ovvero è resistente alla polvere e all’acqua per spruzzi e immersione sino a un metro di profondità.
La cassa del G Watch R non è eccessivamente compatta ovviamente: il display con diametro di 1,3 pollici è circondato da un bordo di 6 millimetri circa. Buoni i materiali e il peso (62 grammi), mentre il cinturino standard con passo da 22 mm è eccessivamente rigido, tanto da rendere non semplicissimo il fissaggio.

Come consuetudine di molti smartwatch Android, il G Watch R utilizza un unico pulsante fisico, utile al ritorno in homepage, mentre la navigazione tra le varie schermate e funzioni è demandata al pannello tattile. Altrettanto classica è la base di ricarica fornita nella confezione: l’orologio non dispone infatti di una presa Micro Usb a bordo, ma di un contatto proprietario a 5 pin posto dietro la cassa. La basetta diventa quindi indispensabile quando ci si assenta da casa per più di giorno. Il nuovo G Watch R ospita una batteria da 410 mAh quindi i due giorni di funzionamento sono raggiungibili.

lg-retro smartwatch

Le altre caratteristiche hardware includono un processore Qualcomm Snapdragon 400 quad core e operante a 1,2 GHz; la Ram ammonta a 512 megabyte, mentre la memoria interna è pari a 4 GB. Oltre ai classici sensori di movimento e alla bussola digitale, il G Watch R integra un barometro, un contapassi e un rilevatore di pulsazioni cardiache Ppg, utili questi ultimi per le applicazioni di fitness fornite dalla piattaforma Android Wear e dai software di terze parti. E’ compatibile anche Runtastic ed Endomondo.

Manca il sensore di luminosità per la regolazione automatica dello schermo. Durante l’utilizzo quotidiano il G Watch R si è sempre dimostrato responsivo e la navigazione tra le diverse schermate e funzioni è fluida e senza incertezze.

Il display Oled garantisce ottimi livelli di nero e ampi angoli di visione. Detto dell’autonomia, l’utilizzo dello smartwatch LG è insomma sempre confortevole. A livello software, l’orologio sfrutta la piattaforma Google Wear che al
momento appare destinata a divenire lo standard per gli smartwatch non targati Apple (considerando per ora Microsoft Band più un braccialetto fitness che un vero e proprio orologio).

Google Wear è un sistema che si integra profondamente con la piattaforma Android e può fornire sull’orologio una serie di notifiche provenienti sia dal sistema operativo stesso sia da software di terze parti.
Le notifiche sono interattive e permettono di interagire con la relativa funzione dello smartphone. Si può ad esempio rifiutare o rispondere alle telefonate, anche con messaggi predefiniti, leggere e archiviare e-mail e controllare la messaggistica istantanea.

Le notifiche sono poi accoppiate con il sistema Google Now, l’assistente personale di Android che propone all’utente una serie di schede contenenti informazioni utili e proattive, anche in base alla posizione e alle abitudini di utilizzo. Come era prevedibile sin dal suo lancio, Google Wear sta attirando numerosi sviluppatori software e il parco di applicazioni disponibili per smartwatch su Google Play è in rapida crescita.

Lange e Sohne 1 Time Zone l’orologio per chi viaggia

Il Time Zone 1, referenza 116.039, della casa tedesca Lange & Söhne è un orologio che ben si adatta alle esigenze dei viaggiatori che devono tenere d’occhio i fusi orari di diversi luoghi del mondo. Per questo c’è un anello che ruota sulla ghiera che va a corrispondere ai nomi di 24 diverse città con con un differente fuso. Il secondo orario , quello del fuso, si può leggere in un piccolo quadrante (ore 4-5 della cassa) mentre l’ora principale è visualizzata sul quadrante sinistro (ore 9).

Sulla destra c’è l’indicatore di riserva della batteria (72 ore la durata della carica) e poco più in alto (ore 1) è presente il datario.

Il Time zone 1 White Gold è in argento massiccio ed ha il quadrante bianco di dimensioni piuttosto importanti, la cassa, in platino e oro a 18k, misura 41,9 millimetri e lo spessore è di 11 mm. Le lancette al buio sono ben illuminate e l’ora è leggibile in maniera chiara. Considerando il fatto che è relativamente sottile, questo orologio si presenta elegante è abbastanza comodo.

Il movimento è automatico a carica manuale, il calibro L031.1 con meccanismi assemblati a mano e comprende canna a doppia molla, piastre e ponti in alpacca naturale non trattata.54 i gioielli facenti parte del movimento che batte alla frequenza di 21.600 alternanze all’ora.

Vetro zaffiro antigraffio e antiriflesso (durezza 9), l’orologio resiste ad una pressione dell’acqua fino a 30 metri. Il cinturino è nero, in coccodrillo, cucito a mano con fibbia in oro bianco.

Prezzo a partire da 36mila euro.

Investire in Orologi Rolex, Conviene?

investire rolexTutti gli orologi, da quelli che costano 10 euro fino ad arrivare ad un Patek Philippe da decine di migliaia di euro hanno i loro vantaggi (la convenienza nell’ acquistare il primo è la più ovvia in questo caso). Quindi dipende da quali sono i vostri obiettivi circa il possedere un orologio. Lo fate per un investimento, per il piacere di possederlo, per tramandarlo ai figli?

Per il primo caso la marca più riconosciuta è sicuramente Rolex, che ha un gran mercato e moltissimi aficionados disposti ad aprire il portafogli per acquistarne uno .

Molti esperti sostengono che gli orologi Rolex non sono grandi capolavori, né rivestono questa grande importanza nel mondo di chi vuole investire in un orologio serio. Nella lista dei primi dieci orologi più costosi che si possono acquistare oggi, come descritto da Business Insider, Rolex non è presente. Ma nemmeno altri nomi commerciali come Tag Heur o Breitling.
Patek Philippe è l’orologio di lusso più costoso di questa lista, vediamola da vicino.

Classifica degli orologi più costosi in dollari (anno 2011)

10 100.000 – Il Hublot Tourbillon Solo Bang
9 140.000 – Daniel Roth Tourbillon Ellipsocurvex
8 150.000 – Parmigiani Kalpa XL Tourbillon
7 240.000 – La complicazione IWC Grande Perpetual
6 380.000 – Vacheron Constantin Les Cabinotiers
5 404.000 – La Jaeger-LeCoultre Gyrotourbillon
4 420.000 – Girard Perregaux Opera Tre Ore musicali Guarda
3 580.000 – Un Tourbograph Lange & Sohne
2 655.000 – Audemars Piguet Royal Oak Complication
1 1,5 milioni – il Patek Philippe Sky Moon Tourbillon 5002 P

Possiamo a questo punto considerare Rolex un marchio di orologi di lusso?
Se si dovesse fare un elenco delle marche di orologi più famosi o di quelle che più sono riconducibili ad un’icona ci sarebbero sicuramente i Rolex ai primi posti. Tuttavia, se la domanda è: “quanto vale il mio Rolex” dobbiamo considerare l’effetto marketing sul prodotto.
Un pilota di Formula 1 che indossa uno Zenith rende l’orologio più prezioso? Beh, forse nel breve termine, ma negli anni successivi quando tutti si sono dimenticati di quella pubblicità? Cosa rimane?

Un orologio Rolex come investimento:
potrebbe essere un buon investimento. Negli anni 80 potevamo benissimo comprare un Daytona a 2 milioni di lire che in 10 anni raddoppiava il suo prezzo per un ritorno del 10% annuo. Non male.
Ci sono molti forum dedicati Rolex, libri, fun club, l’interesse su questa marca è sempre alto, il mercato è molto forte , ma il problema è sempre lo stesso, l’affare per investire.

Vi Consigliamo la lettura di Rolex. La storia, le icone e i modelli da record se volete sapere tutto sui Rolex oppure Rolex dalla A alla Z gli orologi,la storia il mito, un po’ più costoso ma perfetto se volete buttarvi sul business degli orologi.

I commercianti dicono: “tutto si vende e tutto si compra, dipende dal prezzo“. Qui sta il punto, quanto lo dobbiamo pagare un Rolex per capire se abbiamo fatto un buon investimento?
Innanzitutto possiamo puntare sulla materia prima, in questo caso l’oro. Negli ultimi anni il metallo giallo è cresciuto tantissimo, quindi già chi ha comprato un modello con braccialetto in oro molti anni fa ha fatto un affare.

Edizioni limitate: sono quelle che probabilmente potranno valere di più in futuro, puntate su questi modelli, scovate quelli legati a particolari situazioni o eventi che potrebbero essere ricordati o celebrati in futuro.

Questi sono alcuni esempi di modelli Rolex che si sono rivalutati nel tempo:
-Daytona ref. 16520 in acciaio inox
Prezzo catalogo: Nel 1994: € 3.047,10
VALORE ATTUALE: € 10.000/12.000
-Daytona Ref.-. 16520 in acciaio, quadrante nero si trasforma in marrone
PREZZO CATALOGO: Nel 1994: € 3.047,10
VALORE ATTUALE: € 18.000/22.000
-Daytona Ref.-. 6239 in acciaio inox
Prezzo catalogo: Nel 1966/67: € 64,04
VALORE ATTUALE: € 22.000/24.000
-Daytona Ref.-. 6239 in acciaio con quadrante Paul Newman
Prezzo catalogo: Nel 1969/70: € 67,14
VALORE ATTUALE: € 65.000/70.000
-Daytona Ref.-. 6239 in oro 18 carati
Prezzo catalogo: Nel 1966/67: € 163,71
VALORE ATTUALE: € 60.000/65.000
-Daytona Ref.-. 6265 in oro 18 carati
Prezzo catalogo: Ini 1971-1972: € 241,19
VALORE ATTUALE: € 55.000/60.000

Il Rolex con referenza 6263 in acciaio con quadrante Paul Newman ha un valore di circa € 70’000, ma lo stesso orologio con il quadrante marrone è stato venduto da Sothebys il 2011, 14 novembre al prezzo di CHF 464’500 (380mila euro).

Audemars Piguet Royal Oak Nuove Collezioni e Prezzi

prezzi royal oakIl 2012 è l’anno del quarantennale (il primo modello è del 72) dell’ Audemars Piguet Royal Oak, è chiaro che la casa svizzera di Le Brassus intendesse proporre nuovi modelli che si rifacessero al passato ed infatti ha presentato un nuovo orologio da uomo con la cassa più larga, da 41mm, il vecchio modello il “Jumbo” era da 39.

Il nome ufficiale per il nuovo modello è Audemars Piguet Royal Oak a carica automatica da 41mm, e il cronografo si chiama Royal Oak Chronograph. Entrambi sono disponibili con cassa da 41 millimetri di larghezza e resistenti all’acqua fino a 50 metri. Ci sono però anche modelli con cassa da 37, Selfwinding Royal Oak.

I modelli in totale sono otto, quattro di meccanismi extra-sottili meccanismi, due dei quali con una splendida complicazione tourbillon. C’è poi il Royal Oak Tourbillon Skeleton (Rif. 26511), il Royal Oak Tourbillon (Ref. 26510), il Royal Oak Skeleton in edizione limitata per il 40esimo anniversario (Rif. 15203PT) e il Royal Oak Jumbo (Ref. 15202ST) .

Cominciamo con il 41 millimetri a carica automatica. All’interno dell’orologio pulsa la meccanica con calibro 3120 Audemars Piguet a movimento automatico con un bel nuovo rotore in oro da 18 carati. Il rotore è inciso con un nuovo design e sembra molto bello ed è visibile attraverso il fondello in vetro zaffiro. Il movimento è automatico e di una riserva di carica di 60 ore. Il calibro si muove ad una frequenza di 3 hertz, probabilmente a 4 hertz il movimento delle lancette dei secondi sarebbe stato più fluido, però non ci possiamo proprio lamentare.

A differenza del Jumbo il logo dell’ Audemars Piguet è posto sotto le 12:00 al contrario del Jumbo in cui erano sopra le 6. Per le lancette e gli indici ci sono piccoli cambiamenti, ma importanti. In primo luogo, non sono più molto arrotondate. Il nuovo look è più moderno e aiuta a ringiovanire l’aspetto del quadrante, che ricorda un po’ il Rolex.

Altra novità la chiusura del cinturino con la fibbia, semplice, ma veramente bello , è dotato ora di un pulsante di blocco chiusura

Oltre al modello con carica automatica, Selfwinding, da 41 millimetri c’è anche un nuovo cronografo Royal Oak. In questo caso il calibro è un 2385 Audemars Piguet con movimento automatico. A differenza del Selfwinding il cronografo non ha un fondello trasparente. Entrambi i modelli sono disponibili in oro rosa a 18 carati , ma ci sono un sacco di opzioni per il colore e anche per la linea. Disponibili i quadranti bianchi, neri e blu. Il blu in realtà sembra piuttosto bello con l’acciaio.

Prezzi: per i modelli Royal Oak Selfwinding a carica automatica i prezzi partono da 13mila euro per quelli in acciaio, 28 mila in oro rosa 18 carati con cinghia, e 50mila per quelli con braccialetto in oro rosa. Il prezzo del cronografo è di 9mila euro per la versione in acciaio.

in foto Royal Oak Skeleton Selwinding a carica automatica

Orologi Militari Economici per meno di 20 euro

orologio militare economicoDal 20 agosto 2012, La Gazzetta dello Sport, il quotidiano sportivo più letto d’Italia, venderà settimanalmente, in allegato con il quotidiano, un orologio da uomo militare (Esercito, Marina Militare, Aeronautica) ad un prezzo molto economico. Nella prima uscita ci sarà l’orologio del “Reggimento San Marco” in offerta ad un prezzo speciale di 6.99 euro, la seconda uscita vedrà di scena quello “Brigada Paracadutisti Folgore” a 9.99 euro, nella terza pubblicazione sarà disponibile l’orologio delle “Frecce Tricolori” che sarà venduto ad un prezzo di 14.99 euro.

Nelle successive 47 settimane, per un totale di 50 pezzi facenti parte dell’intera collezione,  gli orologi saranno venduti ad un prezzo fisso di 14.99. Il catalogo della collana completa è disponibile a questo indirizzo, potrà essere inoltre acquistato in blocco sullo stesso sito per 736 euro. Coloro che invece sono interessati a singoli modelli possono acquistarli anche online a prezzo speciale, ad esempio terza e quarta uscita a 29,98 euro.

Gli orologi ovviamente sono di tipo economico, ma il movimento è giapponese, al quarzo Seiko PC21 con batteria. La cassa è in metallo ed il fondello in acciaio. La ghiera a volte è fissa oppure girabile. Cinturino a seconda delle versioni in nylon, silicone, o ecopelle. Ogni orologio ha la sua custodia ed è accompagnato da una brochure illustrativa che spiega la storia de Corpo Speciale di riferimento a cui è dedicato, le imprese compiute e gli uomini che ne hanno scritto la leggenda.

In foto l’orologio della prima uscita, quello dedicato al “reggimento San Marco”.

Bell & Ross Vintage, orologi da uomo stile anni 20

Bell & Ross è un’azienda relativamente giovane. Produce orologi da uomo uomo dal 1992 made in Switzerland. La collezione Vintage Wvw1 (Wrist Watch) si rifà agli orologi da polso dei piloti anni 20.
E’ proprio l’orologeria militare della prima metà del ‘900 che rappresenta uno dei principali filoni creativi di Bell & Ross, che ha applicato ai suoi modelli atmosfere e colori tipici dei reparti dell’esercito, con una particolare predilezione per l’aviazione militare.

Ai piloti del passato e agli amanti di orologi da polso giocati su tonalità forti è dedicato il Vintage WW1, acronimo di Wrist Watch 1. L’estro espresso dai designer riprende le soluzioni messe in campo dalle ditte del settore negli anni ’20, nella fase in cui gli orologi si stavano trasferendo dai taschini dei panciotti al polso degli uomini, pionieri di un nuovo modo di intendere la lettura dell’ora.

Ecco il motivo per cui la cassa dei WW1 ha un diametro piuttosto rilevante (45mm), sebbene sia accompagnata da anse e cinturini di dimensioni contenute rispetto alle moderne convenzioni in ambito di design orologiero. Di piacevole effetto è il quadrante, leggermente bombato ai bordi per conferire un aspetto senza tempo al WW1, al pari della cassa in acciaio a finitura lucida.

La versione in foto è quella relativa al modello WW1-97 con indicatore di riserva di carica sul quadrante nero. Tutti i modelli della collezione Vintage sono impermeabili a 50 metri. Il colore del quadrante marrone, nero con cinturino in alligatore o in vitello. Vetro zaffiro antiriflesso, indice, numeri e lancette luminescenti. Movimento meccanico automatico.

Collezione completa Bell&Ross Vintage da uomo.

Prezzi a partire da 3mila euro.

Orologio da Uomo Hamilton Jazz Master Maestro

La casa statunitense Hamilton, ora di proprietà del gruppo Swatch, presenta il suo orologio da uomo Jazzmaster Maestro Chrono di manifattura svizzera. Si tratta di un cronografo a carica automatica con riserva di 60 ore con una cassa in acciaio “importante”, di ben 45 mm.

La forma è rotonda con un’impostazione classica che si rifà agli anni 60, indici in numeri arabi e movimento automatico meccanico calibro ETA 7750 Valjoux, lo stesso che montano anche alcuni modelli più costosi come Breitling, TAG Heuer e IWC.

Cronografo con certificazione COSC, resistente all’ acqua fino a 100 metri, vetro zaffiro antigraffio e antiriflesso, fondello serrato a vista con 6 viti è bello da vedere e da indossare.

Quadrante: lancette ore e minuti centrali, piccoli secondi alle ore 9, contatore 12 ore alle 6, contatore 30 minuti alle 12, lancetta centrale cronografo e datario day-date alle 3.

Versioni con quadrante nero, grigio, bianco e cinturino in pelle di coccodrillo o acciaio.

Orologio da uomo Hamilton Jazz Master Maestro prezzi a partire da 900 euro.